Ancona

1) FORMAZIONE NELLA P.A.

AMBITO: Istruzione e formazione

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Ancona

BACKGROUND: La ricostruzione post-terremoto ha fatto emergere una questione spinosa: ci sono molti giovani laureati nelle aree colpite dal sisma che vorrebbero offrire le proprie competenze alla propria comunità (in particolare alla Pubblica Amministrazione), ma per questioni burocratiche non possono farlo.

IDEA: Il progetto prevede l’apertura di alcuni uffici tecnici della Pubblica Amministrazione a giovani neolaureati locali, con una copertura legale garantita da un contratto a tempo determinato ed un rimborso spese collegato alle attività svolte. L’utilità di questa attività sarebbe triplice. Da un lato, i neolaureati under-35 riuscirebbero ad effettuare un’esperienza altamente formativa ed inserirebbero nel proprio cv un tassello importante per potersi poi inserire nel mondo del lavoro. Dall’altro, la Pubblica Amministrazione si avvarrebbe del contributo prezioso dato di giovani da poco usciti dall’università. Infine, va ricordato come il valore aggiunto di questo progetto si basi sulla provenienza del neolaureato: il primo motivo che spingerebbe il giovane a collaborare con la P.A. deriverebbe dalla propria motivazione di mettersi al servizio della propria comunità locale. Specificatamente, ad ogni neolaureato verrà assegnato un tutor che lo seguirà per tutto il progetto di formazione in modo simile a quanto avviene per il Servizio Civile. Il progetto di formazione potrà avere durata variabile a partire da un minimo di 6 mesi.

ATTORI: Comune, Regione, ONG/Associazioni locali, Università

BUDGET: Non specificato

2) CRESCENDO… INSIEME – giovani ed anziani a confronto.

AMBITO: Creatività e cultura

AREA TARGET: Provincia di Ancona

BACKGROUND: L’odierna società è caratterizzata da alcuni elementi sociali e culturali particolarmente negativi tra cui: lo scarso coinvolgimento dei giovani alle attività culturali del territorio, la quasi totale assenza di dialogo intergenerazionale, l’allarmante isolamento delle persone anziane e lo scarso sfruttamento delle potenzialità del territorio.

IDEA: Il progetto mira ad organizzare giornate di scambio intergenerazionale tra la popolazione anziana e quella giovanile dei Comuni della Provincia di Ancona. Lo scambio sarà sia di conoscenze che di competenze, e soprattutto avverrà in modo circolare: alcune volte le lezioni saranno tenute dai giovani, che terranno “corsi di modernità” sulla tecnologia e le nuove tendenze odierne, aprendo anche dibattiti sulle nuove opportunità ed i pericoli dell’oggi. Al contempo gli anziani saranno chiamati a trasmettere la conoscenza storica e culturale del territorio, raccontando in incontri tematici la loro vita in relazione alle tradizioni e agli usi degli anni passati. Il progetto costituirebbe una grande opportunità di conoscenza reciproca ed integrazione sociale, oltre che una possibile fonte di ispirazione per i giovani del territorio in termini di “sguardo al passato per affrontare il futuro”.

ATTORI: Comune, Regione, Media locali, ONG/Associazioni locali, Scuola

BUDGET: 5.000,00 euro

3) TOC TOC  FUTURO

AMBITO: Istruzione e formazione

AREA TARGET: Regione Marche

BACKGROUND: Quando uno studente termina il percorso di studi non si sente assolutamente preparato e pronto per il mondo del lavoro, e purtroppo né la scuola né l’università lo mettono in condizione di conoscere i principali attori economici locali e nazionali.

IDEA: Il progetto si concentra nel campo dell’orientamento e del matching tra formazione e mondo del lavoro. Di base, si propone di attivare sia a livello scolastico che universitario dei percorsi di orientamento obbligatori per mettere in contatto studenti con aziende del territorio. Il percorso, che sarà piazzato verso la fine del percorso scolastico e avrà la durata di 6 mesi, sarà formato da “career days”, visite dirette alle aziende coinvolte, sessioni di orientamento puro e bilancio delle competenze, colloqui con professionisti del tessuto produttivo locale, per avere uno sguardo concreto sul mercato del lavoro del territorio.

ATTORI: Comune, Regione, Aziende, Scuola, Università

BUDGET: Non specificato

4) DAJE FAVRIÀ!

AMBITO: Integrazione sociale

AREA TARGET: Fabriano

BACKGROUND: Le dimensioni e la storia del Comune di Fabriano hanno fatto sì che la mentalità prevalentemente diffusa fosse un po’ chiusa e si registrasse una scarsa predisposizione all’accettazione del “diverso” e delle novità. I cittadini sono piuttosto abitudinari, temono il cambiamento e ci sono pochi luoghi di aggregazione. Dall’altro lato, però, ci sono diverse comodità e facilitazioni sociali che si potrebbero valorizzare meglio (es. multisala, un bel centro storico, il museo della carta, trasporti efficienti, un C.A.G.).

IDEA: Il progetto prevede un lavoro strutturale che integri diverse azioni necessarie per i giovani del Comune di Fabriano:

Integrazione: promozione di un centro di aggregazione multiculturale e multireligioso dove ogni diversa cultura possa trovare spazi e momenti per svolgere attività legate alle proprie usanze e tradizioni;

Campo scuola: Ripristino dei locali dell’università con l’organizzazione di un campo scuola, al fine di facilitare una buona riuscita di attività sociali ed educative mirate all’integrazione multiculturale.

Supporto informativo: Miglioramento delle informazioni sulle agevolazioni fiscali, le opportunità ed i finanziamenti per i giovani e le famiglie;

Scuola-lavoro: favorire una migliore integrazione tra i percorsi scolastici ed il mondo del lavoro tramite una più forte attività di orientamento; un’alternanza scuola-lavoro più seria e significativa; una sperimentazione di corsi scolastici più pratici e meno teorici, possibilmente con uno sguardo al settore produttivo locale.

ATTORI: Comune, Regione, Media locali, Università

BUDGET: 500/800.000 euro

5) RISCOPRIRE I GIOVANI

AMBITO: Occupazione ed imprenditorialità

AREA TARGET: Comune di Fabriano

BACKGROUND: La crisi economica ha generato delle conseguenze negative particolarmente forti per la città di Fabriano, riversandosi soprattutto sui giovani e sulla loro speranza di trovare lavoro.

IDEA: Il progetto si focalizza sul tema dell’occupazione e dell’imprenditorialità a livello scolastico, con lo sviluppo di un pacchetto di attività specifiche:

– Apertura di un centro informativo sulle opportunità europee dedicate ai giovani ed in particolar modo sui fondi diretti (Erasmus +, SVE, ecc.) ed indiretti (FSE);

– Creare progetti extra-curriculari di imprenditorialità dove gruppi di studenti possano sviluppare una propria idea in modo autonomo ricevendo un supporto da parte della scuola in termini di insegnamenti, spazi, finanziamenti e contatti con i professionisti locali.

– Avviamento di progetti di formazione professionale grazie alla quale i ragazzi possano inframmezzare le lezioni teoriche con attività più pratiche e proiettate al mondo del lavoro. Questa attività potrebbe avvalersi della collaborazione con il personale amministrativo ed ATA della scuola.

ATTORI: Comune, Regione, Media locali, Scuole, Università

BUDGET: 1.000.000 euro

6) LO PSICOLOGO UMANO

AMBITO: Salute e benessere

AREA TARGET: Regione Marche

BACKGROUND: Le classi delle scuole italiane (di ogni livello) presentano delle problematiche di carattere psicologico assai variegate e complesse. La figura dello “psicologo a scuola” potrebbe essere di grande aiuto in questo senso. Peccato però che questa molte volte non esista, e nel caso in cui la scuola l’abbia introdotta, spesso risulta caratterizzata da grande distacco verso gli studenti.

IDEA: Sulla base del background appena descritto, l’idea del progetto è quella di rendere obbligatoria l’introduzione della figura dello psicologo nelle classi scolastiche. Questo “psicologo di classe” non deve agire né come un insegnante di una materia normale, né come uno “psicologo da studio” che ha il suo rapporto professionale con il paziente. Al contrario, questa figura deve servire come perno di ascolto e consiglio rispetto alle emozioni, agli sfoghi e ai problemi denunciati in modo del tutto naturale da parte degli studenti. Una figura che accompagni i ragazzi durante gli anni di scuola e li aiuti, con un confronto diretto, sempre disponibile e gratuito, a fare luce sui propri problemi personali.

ATTORI: Comune, Regione, Scuola, Altro

BUDGET: Non specificato

Ancona: Vota!
Da 1 a 5, quanto ritieni realizzabile l'idea votata?
Quanto la ritieni necessaria per il tuo territorio?
Quanto riuscirebbe ad attirare attenzione e risorse da parte dell'amministrazione o di altre realtà private del territorio?

The Categories: Idee
Tags:

Leave Comment