Ascoli

1) IL LAVORO NOBILITA L’UOMO

AMBITO: Occupazione e Imprenditorialità

AREA TARGET: Regione Marche

BACKGROUND: Il tirocinio ha un grave problema strutturale, sia per quanto riguarda l’alternanza scuola-lavoro sia per quello formativo svolto durante l’università: gli studenti non ricevono competenze adeguate per inserirsi tanto nell’azienda specifica quanto nel mondo del lavoro più in generale. Visto così, il tirocinio rimane una perdita di tempo o una mera forma di sfruttamento di manodopera giovane.

IDEA: Tenendo conto del background descritto, il progetto si pone l’obiettivo di discutere un nuovo piano di tirocini obbligatori che assicuri un’alta qualità delle attività svolte, così come una perfetta attinenza con il percorso di studi svolto dallo studente. In questo modo lo studente trarrà vantaggio in modo concreto dall’esperienza dello stage e, in casi limite, avrà addirittura la possibilità di mostrare il proprio valore ed essere gradualmente inserito all’interno dell’azienda.

ATTORI: Comune, Regione, Privati, Media locali, ONG, Scuola, Università

BUDGET: Non specificato

2) VOLONTARI INSIEME

AMBITO: Attività di volontariato

AREA TARGET: Provincia Ascoli Piceno

BACKGROUND: Le attività di volontariato e di partecipazione attiva vengono promosse in modo molto frammentato e poco efficace, nonostante ottime possibilità di coinvolgimento della popolazione giovanile e la capacità di attingere a fondi locali ed europei.

IDEA: Il progetto intende migliorare la divulgazione e la promozione delle attività di volontariato nella provincia di Ascoli, grazie alla creazione di una app – associata ad una pagina Facebook – in cui siano continuamente inserite le opportunità in corso. Si parla di volontariato di brevissimo periodo (es- organizzazione di un evento), di medio o lungo periodo, ascrivibile ad uno stage formativo o di mobilità internazionale (es- SVE, European Solidarity Corps). Oltre a questo, il progetto prevede l’ausilio di almeno due punti informativi fisici a cui i giovani possano rivolgersi per chiedere maggiori informazioni su quanto trovato online. Il personale dei punti informativi sarebbe lo stesso che provvederebbe a far funzionare la app, ad aggiornare continuamente la pagina Facebook e ad organizzare eventi ad hoc.

ATTORI: Regione, Privati, Organizzazioni internazionali, Università

BUDGET: Non specificato

3) CULTUR-A.N.D.O. – Arte, Natura, Diffusione, Organizzazione

AMBITO: Creatività e Cultura

AREA TARGET: Regione Marche

BACKGROUND: Nonostante le Marche siano una terra con un alto potenziale artistico, culturale e naturalistico, si denota una profonda scarsità di eventi culturali (in termini di quantità e qualità), una cattiva pubblicizzazione e un basso coinvolgimento dei giovani.

IDEA: Il progetto vuole creare un team di operatori nel campo culturale e della comunicazione che stravolga le modalità di organizzazione e pubblicizzazione di iniziative regionali di carattere artistico, per dare vita a forme più moderne, attrattive e soprattutto partecipative di messa in piedi di eventi. Il team di esperti fornirà anche un servizio di scouting per i giovani che vogliono imparare l’arte del mestiere o quanto meno dare un contributo attivo. Allo stesso modo, si darà vita ad un portale interattivo dove gli stessi fruitori degli eventi culturali potranno inserire i loro feedback. Il progetto sarà sostenuto finanziariamente da contributi di vario tipo: bandi regionali, sponsor di privati, attività di crowdfunding che saranno animate proprio grazie al portale.

ATTORI: Comune, Regione, Privati, Media locali, ONG, Scuola, Università

BUDGET: € 100.000

4) RAINBOW: UN MONDO A COLORI

AMBITO: Integrazione Sociale

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: La società sta diventando sempre più multiculturale, ma l’immigrato viene sempre meno accettato e caratterizzato da stereotipi sempre più negativi. Questo produce un grave danno tanto per le persone nate in Italia quanto per i nuovi arrivati.

IDEA: Il razzismo nasce nel momento in cui c’è poca conoscenza dell’altro, di colui che viene considerato “diverso”. Per questo motivo si vuole lanciare un progetto atto a predisporre uno spazio fisico in cui sia possibile far incontrare e confrontare tutte le persone provenienti da aree differenti o che abbiano delle caratteristiche di unicità rispetto ai contesti considerati (i Comuni del Piceno). Questo spazio è pensato proprio per esaltare l’elemento della diversità, che diventerebbe una risorsa da sfruttare tramite la realizzazione di iniziative ad hoc, tra cui: viaggi culturali, giornate di educazione civica, momenti di confronto sui problemi della comunità locale, giornate di conoscenze di culture internazionali, lezioni di lingua (tenute dagli stessi immigrati, con uno scambio reciproco con corsi di italiano tenuti da ragazzi). Vi parteciperanno le amministrazioni locali, le ONG e le associazioni che si occupano di attività socio-educative.

ATTORI: Comune, ONG, ONG internazionali, Scuola, Università

BUDGET: € 5.000

5) GIOVANINCOMUNE

AMBITO: Partecipazione

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: Il dialogo tra giovani e politici è l’elemento critico di cui tiene conto questo progetto. Poter ristabilire un filo di comunicazione diretta è la grande opportunità che vuole esplorare.

IDEA: Il progetto vuole stabilire uno “sportello informagiovani” in tutti i Comuni della provincia di Ascoli, affidandone la gestione ad un comitato autonomo di giovani locali. Tra i compiti che avranno questi comitati ci sarà la mediazione tra amministrazione locale e popolazione giovanile. In più, gli stessi dovranno gestire un social network apposito per diffondere informazioni d’interesse locale o per raccogliere reclami particolari. Gli sportelli potrebbero essere inseriti in un locale messo a disposizione del Comune, che garantirebbe un rimborso spese minimo (€ 400 mensili) per chi si occuperà fisicamente di farlo funzionare (con un meccanismo di rotazione).

ATTORI: Comune, Regione, ONG

BUDGET: € 2.000

6) WORK-OUT È BENESSERE

AMBITO: Salute e Benessere

AREA TARGET: Comuni di Amandola e Comunanza

BACKGROUND: Le aree dei Sibillini sono purtroppo prive di attrezzature sportive pubbliche per il work-out, di cui potrebbero liberamente godere sia i residenti che i turisti.

IDEA: Questo progetto mira a creare all’interno dei percorsi naturalistici del Parco dei Monti Sibillini delle stazioni di allenamento pubbliche e liberamente fruibili. Il primo beneficio lo trarrebbe la cittadinanza locale, che sarebbe invogliata a praticare un’attività sportiva all’aperto. Il secondo beneficio andrebbe ai turisti o dagli sportivi dei comuni limitrofi, attirati dalla possibilità di esplorare le aree naturalistiche montane tramite dei percorsi attrezzati. Rispetto al controllo e alla manutenzione, il Comune potrebbe provvedere a stanziare delle telecamere, mentre delle associazioni selezionate potrebbero impegnarsi ad “adottare” singolarmente una delle attrezzature per il work-out, garantendone l’utilizzo con iniziative apposite o l’aggiustamento in caso di rottura\usura.

ATTORI: Comune, Privati, ONG, Scuola

BUDGET: € 4.000

7) TUTTO LO SPORT CHE TI GIRA DI FARE 2.0

AMBITO: Salute e Benessere

AREA TARGET: Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: Fenomeni come il bullismo, l’uso di sostanze stupefacenti, il consumo esagerato di alcool e un’alimentazione errata sono fenomeni in grande crescita. Lo sport può essere una risposta comune per combattere tutte queste problematiche diverse.

IDEA: La scuola è l’ambiente cardine del progetto. Gli insegnanti dovranno collaborare con un pool di psicologi, educatori ed associazioni sportive per individuare le principali problematiche che affliggono i ragazzi di una classe e creare percorsi sportivi ad hoc, specificatamente mirati sui problemi denunciati o riscontrati. Lo sport verrà usato dal progetto come veicolo fondamentale per combattere disturbi di natura fisica, ma anche di carattere psicologico (il bullismo fatto e ricevuto, la dipendenza da sostanze), in quanto lo sport educa alla cooperazione e all’integrazione sociale. Il progetto avrà la durata di un anno e sarà costantemente monitorato tramite l’uso di questionari che ne valuteranno l’effettivo impatto sulle problematiche riscontrate ad inizio attività.

ATTORI: Comune, Media locali, Scuola

BUDGET: € 3.000

8) ISTRUIRE INNOVANDO

AMBITO: Istruzione e Formazione

AREA TARGET: Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: Lo scollamento tra formazione e mondo del lavoro è il principale problema che affligge i giovani: la formazione è troppo poco pratica, l’orientamento non esiste e i tirocini sono poco formativi.

IDEA: Il progetto è multidimensionale ma ha come obiettivo unico l’innalzamento del contatto tra scuola e mondo del lavoro. Si tratterebbe quindi di aprire una discussione politica a livello provinciale o regionale per:

– Avere un effettivo controllo sulle attività svolte dallo studente durante il periodo di tirocinio, per merito di un’esternalizzazione del monitoraggio e di una compilazione di un questionario valutativo all’inizio, durante e finito il tirocinio.

– Lanciare di un programma di orientamento professionale obbligatorio all’interno delle scuole (magari con delle ore pomeridiane)

– Assicurare una maggiore coerenza tra tirocinio e percorso di studi, e magari inserendo possibilità più significative di alternanza scuola-lavoro ed attività più pratiche durante il percorso scolastico.

– Promuovere maggiori scambi intra-europei e più conoscenza delle opportunità UE.

ATTORI: Comune, Regione, Privati, Scuola, Università

BUDGET: Non definito

9) RICOMINCIO DA QUI

AMBITO: Integrazione sociale

AREA TARGET: Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: Nella provincia di Ascoli Piceno mancano i Centri di Aggregazione Giovanile.

IDEA: Il progetto prevede la creazione di centri per l’aggregazione in cui gli operatori svolgano attività educative per minori fino ai 14 anni. Alcuni esempi delle attività necessarie sono: attività nelle zone del sisma rivolte ai ragazzi che vivono in quella zona; laboratori culturali (arte, pittura, ecc.); corsi sull’utilizzo consapevole dei social media; sportello per il sostegno psicologico, anche familiare, tenuto da psicologi professionisti; sostegno per i compiti a casa; organizzazione gite ed uscite per conoscere il territorio e le sue risorse culturali, artistiche ed ambientali. Inoltre i centri andrebbero dotati di pulmini per stimolare i più piccoli o chi presenti difficoltà motorie a recarsi al centro in totale autonomia.

ATTORI: Comune, Provincia, Regione, Media locali, ONG/Associazioni locali, Scuola, Università

BUDGET: € 100-150.000

10) P.J. – Politica Junior

AMBITO: Partecipazione

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: E’ palese che sia a livello locale che nazionale vi sia una scarsa partecipazione dei giovani alla vita politica.

IDEA: L’idea mira ad introdurre nei percorsi di studio alcune simulazioni dei processi decisionali politici di livello territoriale. Le simulazioni, che dovrebbero essere il più realistiche possibili e coinvolgere i decisori politici delle Giunte aderenti al progetto, consentirebbero di coinvolgere i giovani in maniera concreta ai processi decisionali. Questo progetto riuscirà a raggiungere tre obiettivi cardine: 1) dare agli stessi giovani partecipanti un’ulteriore possibilità di comunicazione e dialogo diretto con i politici locali; 2)  far comprendere i meccanismi decisionali (e le eventuali difficoltà che sussistono dietro ogni decisone); 3) rafforzare la propria confidenza con il mondo della politica, facilitandone la voglia e possibilità di esprimersi in merito a tematiche della politica locale.

ATTORI: Comune, Regione, Scuola, Università

BUDGET: Non specificato

11) RIPRENDIAMOCI IL FUTURO

AMBITO: Occupazione e imprenditorialità

AREA TARGET: Regione Marche

BACKGROUND: Fenomeni come l’abbandono degli studi, il bassissimo tasso di occupazione tra i giovani, l’emigrazione dei giovani italiani, la bassa partecipazione dei giovani alla vita politica del proprio Paese e la scarsa conoscenza delle politiche internazionali che incidono su quella nazionale, sono elementi gravissimi dell’attuale situazione italiana.

IDEA: Il progetto vuole creare delle borse-lavoro con le quali gli studenti, durante il proprio percorso di studi, potranno svolgere dei tirocini altamente formativi e qualificanti all’interno di aziende locali ed estere. L’innovatività del progetto sta proprio nel fatto che la borsa prevede un periodo di tirocinio fuori dai confini nazionali ed un altro all’interno della Regione Marche (per un’attività molto simile). Le borse lavoro saranno assegnate in base ai risultati scolastici, e da questi dipenderà la durata del periodo formativo: 2 anni (1 all’estero e 1 nella Regione Marche) per coloro che hanno un miglior rendimento scolastico, ed 1 anno (6 mesi all’estero e 6 mesi nella Regione Marche) per gli altri.

ATTORI: Regione, Aziende private, Media locali, Organizzazioni internazionali, Scuola

BUDGET: Non specificato

12) SAPPIAMO COSA FARE

AMBITO: Salute e benessere

AREA TARGET: Regione Marchr

BACKGROUND: Dall’analisi della situazione risulta, tra i giovani ma non solo, una scarsa o errata conoscenza del primo soccorso e sulle più basilari norme di sicurezza generale. Dall’altro lato, però, ci sono tante realtà locali che sono in grado di fornire corsi di formazione su questi temi.

IDEA: Stando al background descritto, il progetto propone di introdurre corsi di formazione obbligatori e gratuiti per tutti i giovani delle scuole superiori, finalizzati all’apprendimento delle tecniche di primo soccorso e di sicurezza generale. La durata di ogni corso varierà tra le 10 e le 15 ore, e sarà corredato da una parte teorica ed un’altra pratica. E’ previsto il rilascio di una certificazione in caso di frequentazione senza assenze.

ATTORI: ONG/associazioni locali, Scuole, Comune, Regione

BUDGET: Non specificato

13) LIVELLO VERDE

AMBITO: Salute e benessere

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: Bisogna riportare un po’ di “verde” in città. Da qualche anno è per fortuna in atto un riavvicinamento della cittadinanza, soprattutto giovane, alla campagna e alla vita più naturale, ma si vive ancora in un’ottica di dicotomia tra la città sempre più cementificata e la campagna naturalmente intoccata. Inoltre ci sono fasce della popolazione, quali quella giovanile ed anziana, che hanno bisogno di maggiori stimoli opportunità per passare il tempo e sentirsi utili mettendo a frutto e trasmettendo ad altri le proprie conoscenze.

IDEA: Il progetto prevede la creazione di nuove aree verdi all’interno delle aree più popolate e cementificate del territorio urbano. Tali aree verdi potrebbero avere diverse collocazioni, a seconda del tipo di architettura ed urbanistica della città. Ad esempio, se la creazione di orti sui tetti dovesse essere particolarmente complicata in un’area di neve e caratterizzata da tetti spioventi come Ascoli, si potrebbero comunque ipotizzare soluzioni (già felicemente sperimentate e realizzate all’estero) come gli orti/coltivazioni (anche floreali, volendo) verticali sui muri esterni dei palazzi; orti/coltivazioni nelle aiuole o nelle aree verdi “abbandonate” della città; nei giardini interni dei condomini circolari (in questo caso sarebbe un’attività promossa a livello del quartiere). Gruppi di giovani e di anziani avrebbero il compito di pubblicizzare l’iniziativa e dare una mano in fase di costituzione di un orto o di una struttura floreale. Questo garantirebbe un passaggio di conoscenza ed una modalità di passare il tempo insieme tra generazioni che spesso non si incrociano neanche. Gli obiettivi attesi di questo progetto sono: l’integrazione di aree verdi all’intero delle città; la riscoperta di una nuova vita più genuina; recupero di una interazione intergenerazionale; riqualifica di alcuni territori come le periferie degradate.

ATTORI: Ragione, ONG/Associazioni locali

BUDGET: Non specificato

14) LA BUONA TECNOLOGIA

AMBITO: Creatività e cultura

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: Si denuncia una forte mancanza di iniziative mirate alla sensibilizzazione dei giovani in merito alla cultura, all’istruzione e all’arte.

IDEA: I giovani sono molto lontani dalla cultura e non partecipano agli eventi locali. Per ovviare questo problema si propone l’uso della tecnologia in un pacchetto di azioni specifiche: 1) Wi-fi libero e gratuito nei luoghi di cultura e di istruzione; 2) creazione di guide interattive e gratuite per tutti i musei o luoghi creativi della zona. In questo modo si faciliterebbe l’accesso alle informazioni utili e si stimolerebbe un miglior utilizzo del tempo e degli strumenti tecnologici da parte dei giovani. Ovviamente l’introduzione di queste facilitazioni all’uso di internet dovrebbe essere accompagnato da corsi sul buon uso della “tecnologia per scopi culturali”, per migliorare la fusione tra educazione, cultura e strumenti digitali.

ATTORI: Comune, Regione, Aziende private (per la creazione delle guide digitali), Scuola, Università, Altro

BUDGET: Non specificato

15) FATTI, NON PAROLE!

AMBITO: Occupazione ed imprenditorialità

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Ascoli Piceno

BACKGROUND: Le scuole sono poco collegate con il mondo del lavoro e, per questo, gli studenti hanno poche opportunità per comprenderlo e formarsi seriamente prima di diplomarsi/laurearsi. L’alternanza scuola-lavoro sarebbe un’opportunità preziosa, ma spesso si tramuta in una perdita di tempo che non porta beneficio né allo studente né all’azienda\ente ospitante.

IDEA: Il progetto si propone di ridiscutere e ristrutturare in maniera più strutturata, efficace e realmente formativa la “alternanza scuola-lavoro” prevista per le superiori, inserendo dei corsi di formazione seri e diversificati da svolgere prima dell’inizio dell’attività e durante. Inoltre, sarebbe molto interessante allargare l’alternanza scuola-lavoro anche a quei mestieri che di solito sono poco considerati, magari radicati nelle tradizioni del territorio ascolano.

ATTORI: Comune, Azienda privata, Media locali, Scuola, Università, Altro

BUDGET: Non specificato

Ascoli: Vota!
Da 1 a 5, quanto ritieni realizzabile l'idea votata?
Quanto la ritieni necessaria per il tuo territorio?
Quanto riuscirebbe ad attirare attenzione e risorse da parte dell'amministrazione o di altre realtà private del territorio?

The Categories: Idee
Tags:

Leave Comment