Fermo

1) MIGLIOR TIROCINIO

AMBITO: Occupazione e Imprenditorialità

AREA TARGET: Regione Marche

BACKGROUND: La grande criticità evidenziata è la mancanza di opportunità lavorative per i giovani, nonostante la grande abbondanza di tirocini offerti.

IDEA: I tirocini sono spesso fine a se stessi, avendo come obiettivo principale quello di “occupare momentaneamente” i giovani e non di dare loro strumenti validi per l’inserimento nel mondo del lavoro. A questo proposito il progetto mira in primis ripensare la componente formativa del tirocinio, partendo da una discussione a monte a cui debbano prendere parte tutti gli stakeholders: giovani, aziende, enti pubblici, istituzioni formative (scuole e università). Di quali competenze hanno bisogno i giovani che sono appena usciti da scuola o dall’università? Come possono mettere in pratica tale competenze? In secondo luogo, il progetto vorrebbe ridiscutere le regole dei tirocini, così da agevolare il meccanismo di assunzione finito il periodo di prova (quando ne esistano i presupposti), e garantire un’integrazione economica più significativa per gli stagisti (secondo il principio che “con un costo più alto, il datore ha maggiore interesse a far sì che lo stagista sia produttivo”).

ATTORI: Comune, Regione, Privati, ONG internazionale, Università

BUDGET: Non specificato

2) SULLE VIE DELL’ARTE

AMBITO: Creatività e Cultura

AREA TARGET: Provincia di Fermo

BACKGROUND: Nonostante la Provincia di Fermo possa contare su un patrimonio storico-artistico inestimabile, la promozione culturale locale è molto scarna e non tocca né i turisti né i giovani residenti del territorio.

IDEA: Il progetto si innesta nel background appena descritto concentrandosi sulla valorizzazione del patrimonio culturale fermano in modo tecnologico, interattivo e divertente. Di base, si vuole creare una app liberamente scaricabile tramite la quale “andare a caccia” di beni e reperti culturali del territorio con una modalità simile a quella del gioco “Pokemon Go”. Ogni user dovrà solo avventurarsi per tutta la Provincia di Fermo ed avvicinare il proprio telefono al luogo segnalato per scoprire la storia, il patrimonio e le tradizioni del territorio. Questo permetterà, da un lato, una riscoperta di tesori nascosti tramite un gioco tecnologico alla portata di tutti (soprattutto dei più giovani), e dall’altro una classificazione digitale dei beni culturali e dei saperi più antichi in una forma unica e facilmente accessibile. Ma non finisce qui. La app verrà associata ad una sorta di tessera punti digitale: ogni volta che, utilizzando la app, uno user scoprirà un “tesoro nascosto” del territorio, riceverà un tot di punti. Accumulato un punteggio specifico, lo user potrà sbloccare un catalogo di premi che comprendono l’ingresso gratuito o ridotto ad eventi, o l’acquisto di materiale culturale presso rivenditori autorizzati. L’estensione del catalogo dipenderà ovviamente dal numero di enti, sia pubblici che privati, che parteciperanno all’iniziativa e vorranno inserirsi nella app.

ATTORI: Comune, Regione, Media, Scuola

BUDGET: € 5.000

3) MERITROCRAZIA.IT

AMBITO: Occupazione e Imprenditorialità

AREA TARGET: Regione Marche

BACKGROUND: Il principale problema è l’inserimento nel mondo del lavoro, a causa di un sistema poco meritocratico e che richiede esperienze e qualifiche che i giovani non riescono ad acquisire durante l’età della formazione.

IDEA: Stando al background appena descritto, il progetto mira ad inserire una nuova figura professionale che funga da “controllore esterno” per monitorare la coerenza tra il piano formativo di un tirocinio e le effettive mansioni richieste al giovane stagista. Questo controllore deve essere esterno all’azienda o all’ente e deve avere un contatto diretto con il tirocinante per tutto il periodo dello stage. Inoltre, si vuole creare una piattaforma online chiamata ‘meriocrazia.it’ che elenchi tutte le aziende e gli enti che offrono tirocini formativi per studenti e giovani professionisti sul territorio regionale. Gli user della piattaforma saranno chiamati ad esprimere una valutazione totalmente anonima rispetto alla qualità dei tirocini svolti. In questo modo si creerà una sorta di “ranking regionale” dei tirocini. Se da un lato questa piattaforma riuscirà ad orientare meglio i futuri candidati per uno stage, dall’altro farà luce sulle eventuali carenze di un’azienda o un ente, costringendo gli stessi ad alzare la qualità degli stage offerti.

ATTORI: Regione, ONG internazionali

BUDGET: Non specificato

4) IL VOLONTARIATO C’E’!

AMBITO: Attività di volontariato

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Fermo

BACKGROUND: Nonostante la presenza di varie associazioni ed un’abbondanza di cause per le quali varrebbe la pena potersi spendere, spesso la popolazione rimane distante dalle attività di volontariato locale.

IDEA: Per spiegare l’importanza di un atto di volontariato e far sì che un giovane sia stimolato a voler dare un supporto ad una causa ben precisa, c’è bisogno di un contatto diretto tra l’associazione\organizzazione proponente e potenziale volontario. Per questo motivo il progetto si propone di organizzare incontri informativi “face to face” aperti a tutta la cittadinanza, con il fine risvegliare la curiosità o l’interesse ad intraprendere un’attività di volontariato. L’iniziativa dovrebbe concentrarsi soprattutto nelle scuole e nelle università, come in una sorta di “career day” del volontariato, ponendo molta attenzione nello spiegare come un’attività del genere possa far crescere interessi, passioni e conoscenze che poi potrebbero essere spese anche in ottica professionale.

ATTORI: Comune, Media locali, Scuole, Università

BUDGET: Non specificato

5) (RI)FORMAZIONE CIVICA

AMBITO: I giovani e il mondo

AREA TARGET: Provincia di Fermo

BACKGROUND: A livello locale c’è una scarsissima conoscenza di altre culture, segno di una chiusura mentale verso ciò che è diverso.

IDEA: Nel fermano non si conoscono altre culture all’infuori di quella locale: non ci sono corsi di lingua (oltre all’inglese), di storia, usi e tradizioni di culture extra-nazionali. Questo produce una grande diffidenza verso chi proviene da una cultura diversa “esterna” a quella locale, con il rischio di ghettizzazione e stigmatizzazione del diverso. A questo proposito si vuole potenziare la conoscenza di culture mondiali attraverso attività che coinvolgano in primis i bambini e gli adolescenti. Le scuole locali saranno il fulcro del progetto, che vuole:

– Rafforzare l’educazione civica nei primi due cicli d’istruzione;

– Introdurre l’antropologia culturale alle superiori; portare in classe il “mediatore culturale”, così da far conoscere una figura professionale importante e spesso sottovalutata;

– Creare scambi tra giovani o attività di educazione non formale in cui vengano studiate altre culture o fenomeni di attualità internazionale.

ATTORI: Comune, Scuola

BUDGET: Non specificato

6) STAY UP!

AMBITO: Salute e Benessere

AREA TARGET: Provincia di Fermo

BACKGROUND: Un giovane proveniente da un Comune piccolo soffre il possibile giudizio della propria comunità, la cui ristrettezza potrebbe pregiudicare la richiesta di supporto per problemi o domande di natura fisica e psicologica.

IDEA: Per combattere la vergogna di doversi recare personalmente da un medico, uno psicologo o un centro specializzato locale, il progetto si propone di formare una rete che dia la possibilità di accedere a informazioni o contatti diretti in totale anonimato. Il progetto vuole creare una app, chiamata “Stay Up!”, alla quale poter accedere senza bisogno di registrarsi o inserire informazioni personali. La app verrà provvista di una serie di linee guida facili da capire, e dovrà disporre innanzitutto di informazioni generali (divise per categorie in base al tipo di “bisogno”), numeri utili, una chat che risponda in tempo reale, la mappatura delle strutture sul territorio che possono fornire il servizio richiesto. Il costo del progetto riguarderebbe la creazione della app e del personale incaricato di stare dietro alla chat, che però potrebbe essere coperto con fondi pubblici destinati alla sanità.

ATTORI: Regione Marche, Privati, ONG, Scuola

BUDGET: € 10.000

7) APP-OSTO!

AMBITO: Integrazione sociale

AREA TARGET: Comuni della Provincia di Fermo

BACKGROUND: Nel territorio ci sono tante problematiche che riguardano i giovani, ed altrettante associazioni pronte ad ascoltarle o a risolverle. Il problema è spesso quello del “matching” tra utenza e fornitore del servizio.

IDEA: La frammentazione delle associazioni presenti sul territorio crea spesso un senso di “disorientamento” nei giovani, che non sono coscienti della loro esistenza o ancora peggio decidono di non rivolgersi a queste. C’è un problema di comunicazione e di eccessiva dispersione geografica. Questo progetto mira dunque a radunare tutte le associazioni che si occupano di giovani e problematiche giovanili in un unico spazio: ognuna di queste avrebbe la sua autonomia (un piccolo ufficio stile coworking), ma sarebbe chiamata a collaborare maggiormente anche con le altre secondo uno spirito sinergico di “messa insieme delle risorse”. Il vantaggio sarebbe dunque per le associazioni, ma anche per i giovani del territorio che fruirebbero di un luogo libera di aggregazione e consultazione in base al problema o alla richiesta contingente. Una “casa dei bisogni”, se vogliamo, da usare per cercare contatto umano e soluzioni. Di base, si prenderebbero degli edifici dismessi che verrebbero riadattati con il parere positivo del Comune. Anche in questo caso il progetto verrebbe accompagnato da un’iniziativa online quale la creazione di una app che faciliti la conoscenza delle associazioni locali in base al tipo di “bisogno”. La app verrebbe disseminata e sponsorizzata nelle scuole, nelle università e in tutti gli ambienti che possano fruire di questo servizio.

ATTORI: Comune, Regione, Media locali, ONG, ONG internazionali, Scuola, Università

BUDGET: € 20.000

8) CONSULENTE GIOVANE

AMBITO: Istruzione e Formazione

AREA TARGET: Provincia di Fermo

BACKGROUND: L’orientamento è un’attività essenziale di cui le scuole non si occupano più. Spesso I giovani escono dalla scuola e non hanno un’idea chiara di dove andare, a meno che non abbiano una formazione molto specifica e tecnica.

IDEA: Il progetto si propone di creare uno sportello informativo all’interno delle scuole della provincia di Fermo che abbia la funzione di accompagnare gli studenti nel percorso post-scolastico. Lo sportello dovrà essere affidato ad un consulente preparato, esterno al personale docente, che possa fornire informazioni per corsi di formazione professionale, di orientamento universitario o di opportunità per sviluppare un’idea imprenditoriale. Il costo del personale sarà coperto in parte dalla scuola, in parte dall’ente promotore dell’iniziativa (es- Comune, Regione, Università).

ATTORI: Comune, Regione, Privati, Media locali, Scuola, Università

BUDGET: Non definito

 

9) EXCHANGE RATE

AUTORE: Buba Sana

AMBITO: Educazione e formazione

AREA TARGET: Provincia di Fermo

IDEA: Exchange rate è un’idea nata per fomentare maggiore conoscenza e scambi tra i giovani della Provincia di Fermo che hanno diverse nazionalità e, purtroppo, spesso conoscono poco gli uni degli altri. Di base, il progetto ha l’obiettivo di diffondere informazioni su: come funziona il meccanismo di prima e seconda accoglienza per chi arriva da lontano; quali sono gli usi, i costumi e la lingua delle diverse nazionalità rappresentate dai nuovi arrivati; quali sono le principali regole e i precetti amministrativi basici per chi vuole integrarsi nella società italiana; qual è stata l’esperienza di chi è venuto da lontano e perché ha deciso di trasferirsi nelle Marche. Come si può vedere, l’utilità del progetto investirà sia i giovani italiani, che spesso non sono coscienti di quelli che sono i numeri, la realtà e le verità di chi arriva da lontano per stabilirsi nel fermano; sia i giovani di un’altra nazione che avranno così un modo più diretto ed efficace per integrarsi con i propri coetanei. Tutto dovrà svolgersi tramite incontri all’interno delle scuole o per mezzo di simposi tenuti dagli stessi giovani locali, che saranno ospitati dalle associazioni che già si battono su queste tematiche nel campo. Per tutti coloro che saranno coinvolti e vorranno continuare l’esperienza del progetto, l’idea è di mettere su corsi speciali (as esempio, di balli e canti popolari delle comunità etncihe coinvolte).

ATTORI: Comune, Scuola, Media locali

BUDGET: € 15-20.000

10) O.C.G. Officina Creativa Giovani

AUTORE: Giacomo D’Angelo

AMBITO: Cultura e Creatività

AREA TARGET: Regione Marche

IDEA: La nostra idea vuole affrontare il problema dell’accesso da parte dei giovani all’arte come mezzo espressivo proponendo uno spazio nel quale avere la possibilità di conoscere e sperimentare dimensioni artistiche, che per varie ragioni (sociali, familiari, scolastiche) non sono ancora emerse. Questo spazio si propone inoltre come bacino di idee per lo sviluppo di progetti artistici nel quale i ragazzi, di qualsiasi estrazione etnica e sociale, siano protagonisti attivi, e luogo di socializzazione che vada oltre i soliti momenti di aggregazione legati al classico bar o all’uscire in piazza. Le idee raccolte dai ragazzi verranno sviluppate all’interno della struttura e realizzate tramite gli strumenti a disposizione e la collaborazione di associazioni ed enti. Principali attività: 1) officina di riciclo creativo; 2) Teatro: scoprire il teatro, cercando di capovolgere l’intera concezione culturale e stereotipata di esso (teatro dell’assurdo); 3) Fotografia: Reportage dei luoghi culturali e paesaggistici con l’obiettivo di creare una mappatura del territorio e trasformarla in una guida alternativa. Nello spazio ci sarà un’area dedicata al riciclo creativo, completa di strumenti per la realizzazione di una camera oscura e di un piccolo teatro, che a loro volta verranno utilizzate per le altre due attività. Parallelamente a queste ci saranno momenti di discussione aperte a tutti con l’obiettivo di proporre ulteriori progetti e dare continuità. Per il budget, i costi di gestione dello spazio: €4.000 /anno. Per i materiali dell’officina auspichiamo che siano per la maggior parte recuperati quindi a costo zero. Oltre alle spese di gestione includiamo altri € 6000 per altre spese eventuali , per un totale di €10.000

ATTORI: Comune, Regione, Media Locali, Privati, ONG, ONG Internazionali, Scuola, Università

BUDGET: €10.000

Fermo: Vota!
Da 1 a 5, quanto ritieni realizzabile l'idea votata?
Quanto la ritieni necessaria per il tuo territorio?
Quanto riuscirebbe ad attirare attenzione e risorse da parte dell'amministrazione o di altre realtà private del territorio?

The Categories: Idee
Tags:

Leave Comment